top of page
  • rossilorenzo

Ossitocina, l'ormone dell'amore

Nessuno è mai riuscito a definire l’amore e forse spiegarlo toglierebbe un po’ di quella magia e mistero che lo rendono così speciale e fondamentale per tutti noi.

Se invece siete interessati a capirne meglio il processo fisiologico, vi invitiamo a leggere queste poche righe: l’amore, soprattutto quello materno, ma come vedremo anche di altri tipi, è regolato dall’ormone Ossitocina (concordo, si poteva anche trovare un nome migliore per un ormone così meraviglioso).

La secrezione di ossitocina è stimolata dalla vista della persona amata e in generale dal contatto fisico, in special modo con bambini piccoli o cuccioli e viene secreta in grandi quantità dalle donne in gravidanza, soprattutto con l’avvicinarsi del parto, ma anche con la stimolazione dei capezzoli (che fa produrre più latte) e del clitoride. Tale ormone è prodotto anche dagli uomini, che ne hanno però mediamente il 30% in meno.


È stato dimostrato che questo ormone favorisce l’attaccamento relazionale, l’empatia e porta a essere più fiduciosi verso il prossimo, perché attenua i freni inibitori, l’ansia e lo stress; aiuta inoltre a ridurre la pressione, ad aumentare la soglia del dolore, la crescita e a velocizzare il processo di guarigione da ferite/malattie.

Al contrario, la bassa secrezione di ossitocina porta l’individuo ad asocialità e a tendenze aggressive.


Essendo un ormone dagli effetti così meravigliosi, sono stati effettuati numerosi studi per replicarlo ed è stato anche inventato uno spray all’Ossitocina, che è stato usato in diversi esperimenti e sembra funzionare.


Se invece volete usare metodi naturali per aumentare la presenza di Ossitocina nel vostro cervello, oltre al parto e all’esercizio di pratiche sessuali, ecco altri metodi che potrete utilizzare:

1) il contatto: carezze, abbracci e baci stimolano la secrezione di questo ormone e sembra che maggiori i contatti e maggiore sia la produzione di Ossitocina.

Pur essendo maggiore la secrezione di tale ormone con il contatto con la persona amata, anche il contatto con amici, parenti o con il vostro animaletto preferito pare dia buoni risultati;


2) la parola: sia ricevere parole di conforto, sia ascoltare gli altri che ci raccontano i loro guai stimola l’ipofisi a secernere ossitocina. Per attivare la secrezione deve esserci un legame tra le persone, ma può essere sufficiente anche una sincera frase empatica di una persona sconosciuta;


3) la lacrima: piangere riduce la pressione emotiva, lo stress, “ridimensiona” le preoccupazioni, dando modo al corpo di rilassarsi e di produrre ossitocina;


4) la Generosità: può sembrare strano ma il solo pensare a qualcuno con affetto e il pensiero di volergli donare qualcosa attivano la produzione di generose dosi di ossitocina. Non è necessario acquistare costosi prodotti, ma solo regalare qualcosa a qualcuno a cuore aperto, senza attendersi qualcosa in cambio o senza secondi fini;


5) l’esercizio fisico: già sapevamo che praticare sport aumenta la secrezione di endorfine (le “droghe naturali” del nostro corpo), ma l’esercizio fisico stimola anche la produzione di ossitocina;


6) la meditazione: non poteva mancare questa pratica che consiste sostanzialmente nel prendersi cura di se stessi; la meditazione di per sé non fa rilasciare tale ormone, ma la pratica meditativa rilassa, rallenta lo stress e la tensione, e ciò facilità la secrezione ossitonergica.


Ora che conosciamo meglio tutti i suoi meravigliosi aspetti positivi e sappiamo come produrlo, abbiamo un metodo per stare meglio. Perchè non metterlo in pratica?

30 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page